Dalla Cambogia a Milano, testimoni della fede in famiglia

Posted by on Mag 15, 2012 in News | 0 comments

Ly Sovanna (detto Vanna), 33 anni, e Keum Sokhon, 32 anni, sposati da 8 anni saranno presenti, tra migliaia di altre famiglie provenienti da oltre 70 Paesi, al VII Incontro mondiale delle famiglie, in programma dal 30 maggio al 3 giugno a Milano, che si chiuderà con l’incontro con Benedetto XVI.

 

È Paola, missionaria laica in Cambogia da un decennio,  a raccontarci la storia di Vanna e Sokhon.

Vanna, rimasto orfano all’età di 10 anni, dalla provincia di Kompong Cham viene portato a vivere a Kompong Thom da alcuni parenti. Da subito diventa un “orfanello” che la Chiesa aiuta: cresce, così, accanto ai sacerdoti e alla comunità cristiana. Sokhon è di Kompong Thom, proviene da una famiglia di origine cattolica; anche lei è cresciuta in seno alla Chiesa. Entrambi vengono battezzati nel 1996 a Kompong Thom (diocesi di Battambang).

I due ragazzi, amici da sempre, approdano nella capitale Phnom Penh per continuare gli studi dopo le scuole superiori: Vanna verrà accolto nel Centro per studenti universitari cattolici (CCSC, istituito nel 2000) e Sokhon studierà presso le suore salesiane.

Nel 2004 i due si sposano e si trasferiscono definitivamente a Phnom Penh. Vanna, terminati gli studi  di informatica, viene subito coinvolto da padre Omer Giraldo, missionario colombiano della Società dei missionari di Yarumal e direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali, per la creazione di un programma di comunicazioni sociali della Chiesa cattolica in Cambogia. Si avvia così il CSC (“Catholic social communication”), di cui dal 2009 Vanna è direttore.

Sokhon, invece, ha lavorato nell’ambito della disabilità, impegnandosi in progetti dei Gesuiti fino a quando, nel 2007, è nato il primogenito, Gabriel. Nel 2009 nasce anche Elisabeth; attualmente Sokhon è in attesa del terzo figlio.

Entrambi i coniugi hanno fatto esperienze all’estero: Sokhon ha partecipato alla Giornata mondiale della Gioventù a Roma nel 2000, mentre Vanna è stato, sempre nel 2000, a Taizè per tre mesi. Per ragion di lavoro, inoltre, Vanna spesso partecipa a convegni internazionali, soprattutto in Asia. “Sono due parrocchiani della parrocchia Bambin Gesù a Phnom Penh, molto coinvolti e modello e riferimento per altre coppie e per i giovani” commenta Paola, che li conosce molto bene. “Poterli ospitare (mentre Gabriel e Elisabeth  resteranno dalla nonna) sarà di certo un modo per far risuonare anche qui in Cambogia di questo evento!”.

 

Commenti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com